Crea sito

Michele Accinni

M. Accinni il 15 ottobre 1893 invia al proprietario della rivista Aurora, Giovanni Modugno, una poesia in dialetto foggiano dal titolo La premera, che viene pubblicata sul n. 14 del 9 novembre 1893.

Questo il testo della missiva con la poesia dialettale.

Caro Giovannino,

Eccoti, quali sono, i miei versi dialettali; ma non tener conto di regole grafologiche, giacché ho scritto per chi conosce il nostro dialetto, che d'altra parte non possiede ancora una grammatica stampata.

Ti saluto

Foggia 15 ottobre 1893

                                                                                                   Tuo

                                                                                              M. Accinni

 

                        LA PREMERA

-  Vatt' ammiezz a jucà, si te vuo' mette
    mmiezz' a li cristiane vattiate;
    che n'aje da fa de l'asse e li tre sette?
    Lu vi lu frusce? so' cundizionato -

 -  Mo te l'agghia sunà nu ventagliette,
     mbrugghione, magabonde, sbruvegnate;
     i' la premera l'agghia fatta schiette,
     ma tu lu frusce tuje l'aje travagliate.

 -  A st'ome quà nun aje da fà sta parte;
    pozzo perde le cocole de l'uocchie,
    s'agghie vulute tazzecà 'na carte.

Chi ste chiacchiere tu nun m'impapuocchie;
       ntramente stemm'a terzià la carte,
       t'aje puoste n'asse sop'a lu denucchie.

                                   M. ACCINNI