Crea sito

Ottavio de Stefano

Sei tanto bella, foggianella
Testo di Ottavio de Stefano
Musica di Alfredo Amatruda
e Sereno Labbozzetta

Bbélla, bbélla, bbélla fuggianélle,
bbélla, bbélla, bélla fuggianélle,
la la la la la la
la la la la la la la
d'u Tavelîre sind'a reggenélle!
Tu bbrille cum'i ragge
d'u sole a pprimavère,
'u sguarde de quill'ùcchje
ce fàce 'nnammura';
sì' bbélle cume'u fiore
ché nasce ind'a na sérre
ché spanne nu prefume
nd'a l'arje, ogni jurne:
tu attire tutte quande, quanne passe!
Sì' tanda bbélle,
quanne camìne pe' li vije de stà cettà;
cke stu' surrîse
salute tutte quande... e pò' dici:
ciao... ciao!
Vularrije vasarte
quella vocca prefumàte,
o fuggianélle,
pe' putè...
pe' putè sunnà nu poche!
Sì' bbélle!
Sì' bbelle!
Sei tanto bella, foggianella
Bella, bella, bella foggianella, / bella, bella, bella foggianella; / la la la la la la, / la la la la la la la / del Tavoliere sei la reginella! Tu splendi come un raggio / del sol di primavera, / lo sguardo dei tuoi occhi / ci fa innamorare; / sei bella come un fiore / che nasce in una serra, / che spande il suo profumo / nell'aria, in ogni giorno: tu attiri tutti quanti al tuo passar. / Sei tanto bella / quando passeggi per le vie della città; / col tuo sorriso / vai dispensando il tuo saluto e dici: / ciao... ciao! / Vorrei baciare / la tua bocca profumata, / o foggianella, / per poter... / per poter un po' sognare! / Sei bella! Sei bella!

da "Vernacolo in musica" Raccolta di canzoni in dialetto foggiano Leone Editrice, Foggia 1989